biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Amerigo Petrucci (1967)
(17.12.1922 - 31.07.1983) politico italiano; laureato in filosofia, entra fin dal 1944 nella Democrazia Cristiana, divenendone una delle figure più importanti della capitale; consigliere provinciale dal 1952 al 1960; consigliere comunale dal 1960 al 1972; dal giugno 1960 al luglio 1961 è assessore preposto al nuovo piano regolatore; nel luglio del 1962 è assessore all'urbanistica e all'edilizia privata; il 13 marzo del 1964 diventa sindaco di una giunta di centrosinistra; nel corso del suo mandato furono avviate importanti opere pubbliche e viene approvato un piano di edilizia economico-popolare per 700 mila vani; rieletto sindaco nel 1966, 13 novembre dell'anno successivo lascia la carica a Rinaldo Santini divenendo assessore al bilancio; il 20 gennaio del 1968 è incriminato e arrestato per qualche mese, per una vicenda legata alla gestione dell'Opera Nazionale Maternità e Infanzia della quale era stato commissario; assolto con formula piena nel 1972 viene eletto deputato, carica che ricoprirà fino alla morte; fu sottosegretario alla Difesa dal 31 luglio 1976 all'1 dicembre 1982