biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Andrea Doria Pamphili (1944-1946)
(1886 - 1958) nobile romano, di salute cagionevole, condusse sempre una vita riservata; spos˛ l'inglese Gesine Dykes nel 1922 da cui ebbe una figlia, Orietta; eredit˛ dal padre un'ingente quantitÓ di patrimoni, soprattutto terriero; apertamtente ostile al fascismo, cosa che gli procur˛ molti problemi; si battŔ strenuamente per evitare che l'Italia entrasse in guerra al fianco della Germania; nel 1940 fu mandato al confino ad Arezzo, ma l'anno successivo, anche per intercessione del Vaticano, venne liberato; nel 1944, liberata Roma, fu proclamato sindaco, carica che mantenne per due anni; dopo torn˛ ad occuparsi di attivitÓ assistenziali