biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Filippo Cremonesi (governatore, 1922-1926)
(22.08.1872 - 19.05.1942) di famiglia agiata iniziò a lavorare in Cile in attività commerciali; tornato in Italia fu consigliere di vari istituti di credito; nel 1914 entrò in politica divenendo consigliere comunale a Roma; assessore per diversi anni, nel 1922 divenne sindaco. Si adoperò per lo sviluppo industriale della capitale; mantenne la carica per 4 anni, da sindaco, commissario e governatore; durante il suo mandato furono gettate le basi della riforma urbanistica della Roma fascista; nel 1926 divenne presidente del Luce, carica che mantenne per due anni, quando assunse la presidenza della Croce Rossa Italiana, per tenerla fino al 1939