biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Gian Giacomo Borghese (1939-1943, governatore)
(25.07.1889 - 28.09.1954) laureatosi in ingegneria, iniziò a lavorare a Londra; partecipò al primo conflitto mondiale come ufficiale del Genio; fu anche comandante pilota; dopo la guerra aderì al movimento nazionalista e prese parte a Milano a scontri di piazza contro i socialisti; rientrato a Roma si dedicò alla formazione di associazioni combattentistiche e lavorò alla costituzione di consorzi per la bonifica; fu tra i massimi esponenti dell'Unione fascista per le famiglie numerose; il 30 agosto del 1939 succedette a Colonna quale governatore della capitale, carica che mantenne fino al commissariamento del 25 luglio 1943; durante la sua amministrazione si dedicò ad opere di carattere archeologico e continuò i lavori dell'E42; dopo la cadauta del fascismo si ritirò a vita privata