biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Luigi Petroselli (1979-1981)
(01.03.1932 - 07.10.1981) inizia ad interessarsi di politica molto giovane e già a sedici anni è iscritto alla federazione giovanile comunista; nel 1950 passa al Pci e si mette subito alla testa delle lotte contadine, durante le quali viene arrestato; agli inizi degli anni cinquanta inizia anche l'attività giornalistica ne L'Unità; nel 1962 diviene segretario della federazione viterbese; consigliere comunale del capoluogo laziale dal 1960 al 1976; nel 1968 condanna l'invasione di Praga; consigliere comunale a Roma nel 1976 diviene sindaco nel 1979 e riconfermato nel 1981 con 130.000 preferenze; durante il suo breve mandato, assessore Antonio Cederna, la città conobbe un profondo riassetto urbanistico ed ambientale; stroncato da un ictus, gli è stata dedicata una via adiacente al Campidoglio