biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Piero Colonna (1936-1939, governatore)
(23.05.1891 - 28.08.1939) figlio di Prospero, già senatore e sindaco di Roma dal 1899 al 1904 e dal 1914 al 1919; si dedicò a studi di carattere economico; interventista convinto prese parte alla prima guerra mondiale, durante la quale rimase gravemente ferito; nel 1921 si iscrisse al PNF e si distinse prendendo parte a varie azioni squadristiche, entrando in seguito a far parte del direttorio dell'Urbe; nel 1930 fu preside della provincia di Roma, carica che mantenne fino al 1936 quando divenne Governatore della città; durante il suo governatorato furono portate a termine varie opere tra cui la sistemazione dell'Augusteo e la ricostruzione dell'Ara Pacis; fu avviato un progetto di sistemazione delle borgate; legata al suo governatorato anche la progettazione e l'inizio dei lavori dell'E42; sposato con Adele Gregorini, morì nel 1939, mentre era ancora in carica come governatore