biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
I sindaci capitolini

Roma attraverso i sindaci presenti nell'archivio Luce: la rassegna dei primi cittadini prende il via da Filippo Cremonesi, governatore dal 1922 fino al 1926, anno in cui divenne presidente dell'Istituto Luce e termina con Franco Carraro, sindaco dal 1989 al 1993, ritratto nella banca dati anche come spericolato atleta di sci d'acqua in gara a Lugano.
Una curiosità: la personalità che ha ricoperto l'incarico di sindaco ed ha il maggior numero di presenze nella banca dati, è, al momento,  Giuseppe Bottai (588 occorrenze).

Salvatore Rebecchini (1947-1956)
(1891 - 1977) politico italiano; militante della Democrazia Cristiana fu eletto sindaco della capitale nel 1947 e mantenne la carica per nove anni fino al 1956 risultando a tutt'oggi il più longevo tra i sindaci del dopoguerra; furono gli anni della ricostruzione edilizia, settore in cui si investì molto; ma furono anche gli anni della denuncia dell'Espresso sulla corruzione, il famoso 'Capitale corrotta nazione infetta', che proprio intorno alla ricostruzione, si annidava; durante il suo mandata comunque furono conclusi i lavori di via della Conciliazione e quelli della stazione ferroviaria di Termini; fu realizzata la galleria del Gianicolo e nel nel 1951 fu inaugurato un tratto del Grande Raccordo Anulare; 1955 fu aperto al pubblico il primo tratto della metropolitana di Roma, dalla stazione Termini all'Eur