biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
romani d'eccezione

Attori, registi, scrittori...nati nella capitale.  La Roma dell'archivio  Luce  attraverso una selezione di romani protagonisti della vita sociale, culturale,  religiosa, politica, del nostro Paese, ritratti dalle cineprese degli operatori cinematografici dell'Istituto Luce nel periodo fascista, dai cameramen dell'Italia repubblicana successivamente.  Dal cattolico tradizionalista cardinale Ottaviani, a  Giulio Andreotti, esponente di spicco della vita politica italiana e protagonista nell'archivio Luce (con più di 1200 presenze nella banca dati), da Anna Magnani  - "Mamma Roma",  a Maria Bellonci, fondatrice,  con gli "Amici della domenica", del premio letterario Strega.

Aldo Fabrizi
Attore, sceneggiatore e regista italiano (1905-1990). Nei cinquant'anni della sua fortunata carriera ha saputo interpretare, con flemmatica ironia, i vizi e le debolezze del popolo romano, e, più in generale, dell'uomo qualunque del suo tempo; indimenticabile nei ruoli comici a fianco di Totò o di Sordi, ha saputo essere anche intenso attore drammatico, lavorando con registi come Rossellini, Steno, Scola e tantissimi altri; ricordiamo qui le sue interpretazioni nei film: "Roma città aperta" (1945) di Rossellini; "Guardie e ladri" di Steno e Monicelli; "C'eravamo tanto amati" di Scola