biblioteche di RomaComune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione
Biblioteche di Roma presenta

IL TERZO A USCIRE SARA' LEI

 

Angelina Linda Zammataro, pedagogista e psicoterapeuta, ha insegnato per quasi 40 anni nella scuola elementare italiana, creando un metodo psico-pedagogico da lei denominato "psicoanimazione", mirato alla formazione di una reale coscienza critica nei bambini, nella prospettiva del loro divenire uomini e cittadini.

Tra gli elementi basilari del suo metodo  ha inserito lo studio della Resistenza contro i Fascisti e i Nazisti e la lettura critica della Costituzione Italiana, due passaggi fondamentali nella storia del nostro Paese e due imprescindibili settori del Sapere perfettamente alla portata intellettuale dei discenti della scuola primaria.

 

Presentazione del libro di Angelina Linda Zammataro e Remo Fusco "Il terzo a uscire sarà lei" (Lithos 2017 editore)

Oltre agli autori sono intervenuti:

Massimo Crisci dell'Anpi

Fiorella Leone del Circolo Gianni Bosio

Claudia Cotti Zelati autrice-performer

Sandra Giorgi dell'Associazione Belovodia

Aurelio Capri e Gianluca Tonielli ex alunni

Massimo Cappellani Associazione Belovodia

i lettori Alessandra Fusco, Leonardo Tinelli, Chiara Zammataro, Sabrina Vaiarelli, Roberto Biondi , Sandra Giorgi, Livia Armandi 

intervento musicale di Vincenzo Graziano Piazza

coordinamento Remo Fusco

Roma, Casa della Memoria e della Storia, 21 novembre 2017

 

il libro:

"Come tutti gli zingari della sua età, nati nelle baracche del Mandrione e abituati a vivere alla giornata, non sapeva proiettarsi nel passato o nel futuro, stando fermo su una sedia con la sola forza della concentrazione. Teodoro viveva solo il presente, fisicamente e visceralmente. Il prete lo sgridò più di una volta, perché disturbava la lezione. Poi, esasperato, lo cacciò fuori dalla classe. Una bambina con problemi psicologici, vedendo il prete che spingeva Teodoro, si spaventò e cominciò a gridare. Il prete buttò fuori pure lei. Durante l'ora di religione io non lasciavo la classe, restavo lì. Osservai tutta la scena in silenzio. Poi dissi al prete: "Va bene, basta così, il terzo a uscire sarà lei. E non le sarà più permesso di varcare la soglia di quest'aula".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

insegnare con la "Psicoanimazione"